*

*

 

 

NUTELLA  

La morbida crema alla nocciola del gruppo Ferrero non conosce la crisi

 

Michele Ferrero, figlio di un bravo pasticciere di Alba (in provincia di Cuneo), Ŕ l'inventore della mitica Nutella, con un patrimonio personale stimato intorno ai 17 miliardi di dollari (fonte: Forbes), a maggio del 2010 ha compiuto 85 anni ed Ŕ a capo di un gruppo industriale che non ha subito alcun effetto negativo dalla crisi.

 

La Ferrero in uno degli anni piu' difficili dal  dopoguerra ha mostrato una performance sbalorditiva, con i principali indicatori di bilancio in forte crescita.

 

I piu' importanti numeri della multinazionale sono i seguenti:

  • presenza in quattro continenti

  • 18 stabilimenti (di cui 4 sono in Italia)

  • 21.600 dipendenti

  • circa 100 marchi commercializzati

Gli stabilimenti in Italia sono ad Alba, a Pozzuolo Martesana (vicino Milano), a Balvano, in provincia di Potenza e a Sant'Angelo dei Lombardi (provincia di Avellino).

Gli utili netti, l'ultima voce del conto economico, hanno superato per la prima volta il mezzo miliardo di euro, in particolare hanno raggiunto la cifra record di 508 milioni di euro, dopo il pagamento di circa 200 milioni di euro di imposte (370 milioni nel 2008).

 

Il bilancio 2009 ha segnato ricavi pari a 6,35 miliardi di euro, in aumento rispetto all'anno precedente (6,2 miliardi di euro). Nell'esercizio precedente si segnalava un ulteriore aumento dell'8,2% dei ricavi. Il mercato italiano pesa per il 25% sul totale delle vendite.

 

Il risultato operativo si e' attestato sugli 804 milioni di euro (+59,5%).

 

Buona parte del cash-flow riveniente dalla gestione corrente Ŕ servito a sostenere gli investimenti in innovazione e nei nuovi stabilimenti produttivi, in special modo nel primo complesso produttivo in Russia, a Vladimir, cittadina vicino Mosca, mercato dove la Ferrero vendeva giÓ molti suoi prodotti che puntualmente venivano contraffatti dalla malavita locale.

 

 

Il valore aggiunto di un prodotto come quello della Nutella e' molto elevato, ed e' frutto di una creazione e mantenimento di un forte valore di marca che va bel oltre al di la' del valore intrinseco della materia prima (crema di nocciole spalmabile).

 

Il segreto di un successo planetario come questo Ŕ un giusto mix di una sapiente strategia industriale sostenuta da una strategia di marketing unita ad una maniacale attenzione dell'aspetto finanziario, giusto contrafforte ad ogni piano industriale che si rispetti.

 

Un mio amico buyer (responsabile acquisti) della Grande Distribuzione Organizzata mi racconta che la Nutella e' uno dei pochi prodotti che vengono pagati per contanti, senza alcuna dilazione (30, 60, 90 giorni), questo aspetto giova al ciclo finanziario della Ferrero ed e' facilmente riscontrabile da un'analisi del rendiconto finanziario dei flussi di cassa.

 

Maggiori approfondimenti sui fenomeni del bilancio aziendale, con linguaggio comprensibile anche a chi non ha una laurea in economia, li ritrovate nel manuale Analisi di bilancio semplice.

 

Articoli precedenti